SEGUICI SU:

Testimonianze

«Quando un’amica, la scorsa estate mi propose l’esperienza del SUN, sentivo la mia vita spezzata dall’ennesima esperienza infelice. Avevo molte riserve e pensai a questo seminario come ad un’oasi in cui mi sarei sentita protetta, coccolata, amata e poi, non appena fossi tornata alla routine quotidiana, mi sarei trovata più stordita e peggio di prima. Invece… è stata proprio un’oasi rigogliosa da cui ho potuto cogliere alcune piantine che con speranza e grande amore sto curando. La mia più grande gioia sta nello scorgerne le gemme.»
Donatella

«La vita è un percorso difficile, con momenti di tristezza, rabbia, felicità, gioia. Ho compreso che quando in una persona è presente l’amore, si superano tutti gli ostacoli della vita.»
Luigina

«Quando Gigi mi propose alcuni anni fa il corso ISP, l’ho seguito volentieri perché lo stimavo come amico e come professionista, pensavo che sarebbe stata la ciliegina sulla torta dopo tanti lavori e corsi precedenti. Solo dopo ho scoperto che avevo un ciliegina e che l’ISP mi aveva mostrato la torta.»
Claudia, Ragusa

La testimonianza video di Carla De Monte

«Ho riscontrato notevoli miglioramenti psico-fisici, una forza e una gioia di vivere che avevo perso non so dove. Sto iniziando a vivere! Ed in soli tre giorni!»
Federico

«È come quando Ken il guerriero disse al suo sfidante: “Le perone normali utilizzano solo il 30% della loro forza, i maestri dell’Okuto sono in grado di usare anche il restante 70%”.
La sensazione che ho avuto vivendo il Seminario per Uomini Nuovi (SUN) può essere proprio riassunta nella parole di questo “guerriero”dei cartoons. È maturata dentro di me la consapevolezza di avere un enorme potenziale da sfruttare nella gestione di me stesso.
La cosa sconvolgente è stata proprio scoprire questo attraverso una totale sorpresa: nulla è stato preventivamente pensato, ipotizzato.Tutto è nato da sé, stimolato dalle attività, dalle provocazioni dello staff e dalla inesauribile energia che fluiva tra tutti noi compagni d’avventura.
La semplicità unita all’incredibile forza emotiva hanno creato un mix che mi ha dato la possibilità di trovare una chiave di lettura nuova e magnifica di me stesso, di tirare fuori il coraggio delle scelte e la naturale bellezza di saper dire cosa provo veramente.
Condividere tutto ciò con chi mi vuole bene, è realizzare il “sogno” di sentirsi un vero maestro dell’Okuto.»
Alessandro

“Oggi: 1°giorno di convalescenza post intervento ISP.
Sono Maurizio e vi voglio rendere partecipi del mio stato attuale dopo il bel lavoro energetico fattomi come regalo. Seppure in questo momento sia particolarmente arrabbiato, trovo un diverso senso nel vivere tale emozione, cioè riscontro nell’esprimere e nel vivere l’emozione un ritrovato vigore, voglia di vivere e di esprimere il mio punto di vista anche, e soprattutto, scevro da condizionamenti altrui.
Potrei apparire assai pieno d’orgoglio, ma vi garantisco che anche questo centro di POTERE sta modificando il suo status per lasciare spazio ad un sano ego che è poi la rappresentazione di una delle condizioni dell’istinto di sopravvivenza.
Stati d’animo altalenanti si sono manifestati in queste prime ore della giornata, ma va bene così;mi piacciono e pian piano, senza fretta, prenderanno un altro senso almeno per me, ma probabilmente non per le persone che mi conoscono e a cui comunque non piacevo.
Mi piace investire su me stesso anche se ciò non risulta facile per realtà professionali che, aimè, comunque investono in proprio spazio vitale e creano pensieri a volte talmente potenti da annullare la volontà.
Mi rendo conto che lo scrivere queste righe mi provoca emozioni per certi aspetti opposte che i mischiano e si amalgamano facendomi sentire vivo.
Com’è dura combattere per ciò in cui si crede e per affermare la propria determinazione quando le persone con cui passi molto del tuo tempo (colleghi di lavoro) vedono in te, e tu in loro, il nemico fanno di tutto per ostacolare il normale corso della vita. Utopia il voler cambiare gli altri farli a propria immagine e somiglianza e d’altro canto, verrebbe a mancare il bello della diretta, cioè la possibilità di confronto, di dualità e di gioire delle battute d’arresto ed esultare peri traguardi raggiunti.
Ora vi lascio per evitare di stressarvi con le mie seghe mentali. L’eco del corso siè già espanso ad altri componenti dell’ A.C.A.T Sandanielese e almeno tre persone sono intenzionate al prossimo corso ISP, ma come ogni realtà della vita, non dire 4 se non ce l’hai nel sacco.”
Maurizio

La testimonianza video di Annarita Sarro

«Per chi è stufo di esistere e vuole (ma lo vuole veramente) vivere, ecco il SUN!!! Mi è successo sento di essere entrata in contato con la Vita, di essere viva.
Mi sento come l’androide (Rudger Hawar) nella parte finale di Blade Runner quando diceva: ho visto cose che voi umani…
Sì!! Ho visto veramente cose che hanno del meraviglioso e dello straordinario (ma stra-straordinario). Grazie a quello che ho visto, ma soprattutto vissuto, adesso vedo in modo completamente diverso da prima. Ho visto tanta luce, tanta forza, ho visto miracoli (esistono e c’è da sottolineare che io sono come San Tommaso), una luce divina, e scusate se è poco.
È straordinario, e la Vita è meravigliosa! Ringrazio di cuore tutti i maestri che ho incontrato e che mi hanno aiutato nel mio inizio di guarigione. Vi porterò tutti nel cuore durante il mio cammino!
Con amore»
Cristina

«Per te.
Sento una bestia che si è liberata in me piena di rabbia,
la mia parte femminile l’ha incatenata per lungo tempo,
non posso dormire perché l’animale ha bisogno di placare la ferocia con il massacro.
Nel silenzio, immobile, senza oppormi
Sono felice, del sangue della vittoria
Sono triste, per la perdita di quello che la mia mente viveva ed ora giace a terra.
Adocchi aperti aspetto, che il buio della lotta diventi giorno di luce e dialogo interiore equilibrato.
Grazie di cuore per avermi permesso tutto questo.»
Paola

«Quando un’amica, la scorsa estate mi propose l’esperienza del SUN, sentivo la mia vita spezzata dall’ennesima esperienza infelice. Avevo molte riserve e pensai a questo seminario come ad un’oasi in cui mi sarei sentita protetta, coccolata, amata e poi, non appena fossi tornata alla routine quotidiana, mi sarei trovata più stordita e peggio di prima. Invece… è stata proprio un’oasi rigogliosa da cui ho potuto cogliere alcune piantine che con speranza e grande amore sto curando. La mia più grande gioia sta nello scorgerne le gemme.»
Donatella

La testimonianza di Luca Vivian

«Il SUN è come un fabbro abile e gentile.
Un giorno, un vecchio avaro, chiamò il fabbro perche aveva perso le chiavi della cassaforte. Dentro c’erano dei gioielli che aveva ereditato ma non aveva mai tirato fuori per paura che qualcuno li rubasse o li rovinasse. Il fabbro venne e con il permesso del vecchio avaro aprì la cassaforte.
I gioielli erano davvero belli, molto più belli e preziosi di quanto il vecchio ricordasse, al punto che quasi si commosse.
Nessuno sa che cosa fece il vecchio di quei gioielli, se cambiò la serratura e li rinchiuse nella cassaforte o se li tirò fuori per goderseli e farne dono alle persone che amava.
Grazie di cuore»
Luca

«Il lavoro svolto mi è servito per due scopi principali: uno per una maggiore autostima di me stesso, e quindi più sicurezza nell’affrontare le varie difficoltà della vita, e uno per affrontare gli stati d’ansia che si creano.
Per il primo scopo abbiamo scavato nelle mie paure e insicurezza dovute a certi fatti e situazioni della mia vita da bambino/adolescente, capendo da cosa erano dovute guardando certe situazioni da un altro punto di vista.
Fatto questo si sono cercati sistemi per rendere sicuro il mio IO senza influenze esterne.
Per il secondo scopo si è ricorso agli esercizi di respirazione per scansare la tensione e ricaricare il corpo con nuova energia più pulita.
La mia valutazione finale è che adesso ho delle armi personali che mi servono a far uscire un nuovo io da quella corazza che ho sempre avuto, basta applicarle nel modo giusto.»
Gian Carlo

“Quando sono partito ero un bambino pieno di paura e dubbi.
Ogni giorno di questa settimana che passava, raggiungevo una tappa sempre più importante, non senza mostrare la mia vera essenza.
Oggi è sabato, oggi ho vinto e con me i miei compagni. L’uomo può iniziare il suo cammino.»
Giuseppe, Ancona

«Mi sono sentita a casa, fra gente che non mi giudicava, ma che mi accettava incondizionatamente. Ho imparato a liberare le mie emozioni. Ora so che non sono sola, e questo per me è molto importante e “vitale”. Grazie.»
G. Udine

La testimonianza di Chiara Gregoris

«È stata una sensazione unica scoprire un mondo meraviglioso che non pensavo esistesse, in soli tre giorni. Sono sicuro che, con il tempo, crescerò come persona, seguendo i successivi corsi e lavorando a casa con gli insegnamenti avuti. Grazie mille.»
Christina

«Questo corso è stato per me è stato come arrivare ad una partenza. Mi ha dato la chiave d’accesso alla mia porta segreta del mio cuore e del mio ego. Vi sono molto grato per avermi dato queste chiavi.»
Nicola, Udine

«L’arte dell’imparare vivere è un dono che sicuramente è stato trasmesso, ma questo splendido corso ci fa capire che possiamo vivere bene, solo se noi lo vogliamo.»
Luce

«Sono stati tre giorni che mi hanno fatto scoprire quante persone hanno tanto da dare e sono pronte a ricevere. Ho passato dei momenti sereni e tranquilli, i primi che mi sono concessa nella mia vita.»
Diana

«Sono molto contento di poter commentare questo corso che ho frequentato durante il fine settimana con il dott. Giacconi. Devo ammettere che pur essendo già un paziente del dottor Giacconi da qualche tempo, ero scettico sulla riuscita del corso, ma ho dovuto ricredermi.
Prima di tutto, la cosa che mi è saltata subito agli occhi è la grande professionalità e il grande amore che questo staff è riuscito a trasmettere a me e a tutti i frequentanti, oltre la validità delle nozioni ricevute e delle cure prestate a chi come me era nel panico più totale.
Ora che tutto questo è passato, posso dire che tutti dovrebbero frequentare un corso ISP per poter capire quanto poco ci vuole per amare sé stessi e gli altri. Per poter finalmente capire che la vita non è quella che gli altri ci vogliono far credere, ma che la vita è nostra e che va vissuta in modo sereno senza vincoli, senza ipocrisie, ma solamente con molto amore.
Credo che il merito del dott. Giacconi e del suo staff sia proprio questo: farci riscoprire le nostre vere capacità, senza che nessuno e niente possano più togliercele.»
Giorgio, Udine

«Cara bulimia,
certo, ti devo ringraziare. No, non è un obbligo per me dirti grazie, mi sei stata vicino per molti anni, mi hai consolato, e dato forza nei momenti più difficili… una compagna di vitae soprattutto di crescita (anche se forse mi ha fatto rimanere anche troppo bambina). Mi hai cullato come una tenera madre quando avevo bisogno di coccole, mi hai consigliato e di fronte ai problemi mi ha dato la forza di superarli, di negarli.
È un dolce addio questo (anche se devi sapere che già sento nostalgia di te), ma sono una donna o per lo meno lo sto diventando pian piano e da ora in avanti riuscirò a superare gli ostacoli affrontandoli completamente con le mie stesse mani.
Sono una donna e come tale, ora me ne rendo conto sempre di più, non voglio essere trattata come una bambina dipendente da te.
Cerco di farti capire che la vita che ho davanti e risultato di una mia scelta basata sulle mie emozioni e sulla mia capacità di decidere.
Dolce e cara amica sei stata preziosa per me! Con te mi sono confidata, ti ho raccontato i miei segreti,quelli più intimi e nascosti che custodisco gelosamente nel cuore e che forse mi hanno fatta tanto soffrire.
Ma oggi te ne devi rendere conto, non lottare più contro di me. Io ti amo per quello che mi hai dato e terrò sempre caro il tuo ricordo ma non essere ferita per questo. Ti abbandono per iniziare una nuova cita che trae forza anche dai tuoi insegnamenti protettivi e di amore.
Ti ringrazio e ti dico addio con una lacrima nel cuore.
Ce la farò, non temere, è una giovane donna che te lo dice. Una giovane donna che da oggi ha il compito di prendersi cura del suo corpo, di sé stessa e della sua vita!
Non prendertela ma i bambini crescono e io posso immaginare quanto i genitori possano stare male nel scoprirlo e lasciarci liberi nella gestione dei loro sentimenti! Ti voglio bene e nuovamente ti ringrazio,senza rancore, ma con serenità ti saluto..
Addio cara bulimia…»
Sara

La testimonianza di Lorenzo Chiarion

«Ho voluto partecipare a questo corso e quello che ho ricevuto è stato grande. Mi ha fatto sentire come se anche io fossi importante e valessi come tutti. Le qualità, che prima erano nascoste, possono sbocciare per la mia realizzazione e per farmi godere sempre di più questo mondo meraviglioso. L’energia e l’armonia che ho ricevuto hanno messo pace dentro di me e guarito il mio passato.
La rabbia se n’è andata via, sono in pace con me stesso! Ho scoperto che tutto si può perdonare, che la vita è bella e amare conviene.»
Claudio, Ragusa

Il respiro è stata una bella scoperta come motore per la vita, o come benzina. Ho aperto porte e finestre
inaspettate. Mi porto a casa una curiosità verso questo modo di affrontare la vita (respirando).
Ester

E’ stato molto bello sentire parlare di amore come tecnica di guarigione, di perdono come medicina, di
tolleranza come stile di vita. Sono tecniche che responsabilizzano senza colpevolizzare, che consentono di
comprendere l’importanza della buona volontà e dell’allenamento in modo dolce e positivo.
Roberta

Appena passata la prima settimana dal corso ho potuto vedere in me qualche cambiamento: sono ancora
più all’ascolto di tutti, respiro ampiamente quando gli altri parlano e quando ho da esprimermi per una
cosa molto importante che mi fa valere sui miei diritti e quelli degli altri. Quando respiro sento l’amore
invadermi, quando respiro do l’amore a quelli che mi circondano. Ora il corso finisce e vado via con la borsa
piena di gioia.
Anna

Ho capito che la responsabilità del mio benessere è soltanto mia. Come ogni cosa è necessario tanto tempo
per raggiungere soddisfacenti risultati, ma ora ho una luce da seguire.
Sergio

Ora mi sento, che sono più forte perché ho imparato ad accettare le mie debolezze per quello che sono ed
oltre alle mie anche quelle degli altri e ad ascoltare me stesso, le mie emozioni, il mio corpo.
Annarita

Mi ha aiutata a capire, se non addirittura a riconoscere, parti di me che avevo nascosto, spesso. Ho potuto
comprendere che non si può cercare risposte negli altri quando possono venire solo da noi stessi; che
bisogna riconoscere la pace, la tranquillità, il benessere in noi stessi per poi riuscire a comprendere al
meglio gli altri.
Francesca

Mi ha dato la consapevolezza del respiro ed uno stimolo ad affrontare sotto una nuova luce le difficoltà
giornaliere.
Cristian

Mi ha aperto la mente.
Cristina

E’ stato molto bello il feeling che si è creato nel gruppo, veramente un’unione energetica palpabile dove
hanno preso sempre maggior intensità le affinità creando un clima sereno, complice, gioioso e ricco
d’amore. Senz’altro un’esperienza utile a livello personale con ripercussioni ovviamente a tutto il mondo
che ci circonda (affettivo, lavorativo). Un’esperienza che dovrebbero poter far tutti. Grazie
Valeria

Personalmente i benefici li ho avuti fin da subito sia dal punto di vista personale che professionale, infatti
ho lavorato bene, ho lavorato meglio, ho lavorato di più.
Monica

Ho potuto sperimentare l’importanza del respiro e scoprire che dopotutto non è impossibile raggiungere
uno stato di equilibrio e serenità con noi stessi e gli altri.
Giangiacomo

Oggi in cuor mio ringrazio lei e le persone che mi hanno guidato in questo percorso. Ci sono stati dei
momenti difficili e di sofferenza ma era da tanto che le persone a me più care non mi dicevano che è
tornata la luce nei miei occhi e questo lo devo a voi. Grazie di tutto.
Antinisia

Testimonianze del webinar con l’associazione APOI

L’incontro mi è piaciuto ed è stato molto stimolante. Ho apprezzato i suggerimenti pratici e ho anche provato a fare il tipo di respirazione che ci ha insegnato, sicuramente merita un approfondimento. È stata una bella iniziativa, spero ne seguano altre!

bellissima e interessante. sto già iniziando a fare le respirazioni. 🙂

L’incontro mi è piaciuto, è stato stranissimo fare quegli esercizi sulla respirazione.. Non sono una grande fan di questo genere di cose (yoga ecc..) perchè credo poco alla loro efficacia, ma è stato comunque un’occasione per conoscere (e provare) una nuova cosa! 🙂

Direi che l’incontro mi è piaciuto, molto interessante e pro-positivo, tanto per rimanere in tema. Forse l’unica cosa da suggerire è che è stato tutto molto veloce, forse troppo concentrato … sempre per rimanere in tema si stava sempre con il fiato sospeso. Comunque ripeto, è stato estremamente interessante e utile.

Sì l’incontro mi è piaciuto. Pensavo non mi interessasse più di quel tanto e vi ho partecipato per curiosità. Invece ho potuto scoprire e “aprire gli occhi” sull’importanza di questo argomento. Gigi è stato un buon oratore capace di mantenere viva un’ora intera…e questo penso sia la prima qualità che serve per dare corsi.

Ciao l’incontro è stato interessante, malgrado io non sia una persona che sia predisposta alla meditazione, ti faceva venire voglia di farlo. Lui spiegava in modo scorrevole e gioviale, senza far venire la noia. Comunque credo sia necessario avere voglia di prendere un certo percorso per farlo

ho trovato molto interessante l’incontro del 29 aprile. Stimolante e coinvolgente, molti degli spunti di riflessione lanciati da Gigi hanno continuato a girarmi nella testa per tutta la settimana, alcuni dei suoi suggerimenti li ho fatti miei e hanno ispirato e modificato alcuni miei comportamenti. Ritengo che sia stato molto utile inserirlo nel contesto formativo del PO.

L’argomento è interessante e lui espone in modo chiaro. Se posso permettermi, al suo posto, invece che chiedere solo a noi, avrei cercato
di proporre almeno un punto di contatto tra il suo argomento e il nostro lavoro in modo da sottolinearne meglio l’utilità extra personale direttamente.

Il tema dell’incontro è molto interessante. Trovo che qualche esercizio di respirazione e in genere i metodi di rilassamento e di gestione dell’ansia siano sempre molto utili, specie quando, come nel nostro caso, si lavora non solo per le persone ma insieme a loro; può far bene a noi e al cliente. Il nostro lavoro è particolarmente delicato perché entra in ambiti molto personali, perciò trasmettere tranquillità, nei tempi, nel tono della voce, nella gestualità è importante. Le persone che ci contattano, secondo me, hanno bisogno di sentire che noi siamo sereni e consapevoli e questo si rifletterà in una loro maggiore serenità, ad esempio nello space clearing, che ha una componente di stress. Anni fa ho lavorato con una persona che sapeva benissimo cosa voleva fare delle mille cose che aveva: buttava via e smistava senza esitazioni; adesso invece sto lavorando con un’amica che sta attraversando un periodo particolarmente destabilizzante e difficile e la mia tranquillità l’aiuta molto. Con lei troviamo sempre un momento di pausa con la tisana o un tè, che l’aiuta a superare la stanchezza; penso che a seconda della situazione e delle persone che (mi auguro) incontrerò potrei provare a condividere qualche momento di rilassamento.

Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Google Plus
Share On Linkedin
Share On Youtube