Il lavoro sulla positività: La via del reale

“Cercate di fare vostre le qualità che vi mancano, non punitevi a causa della vostra negatività,noi lavoriamo con la positività e l’amore. Non ci interessa in alcun modo la negatività, questo perchè non basterebbero cento vite per ripulirsi dalle impurità. Aumentate la luce in voi.”

DDY

Favorire lo sviluppo integrato dell’essere, compito primario, come da ragione sociale, della nostra Associazione e dei soci che la compongono, significa operare in tutti i campi: personale, familiare, professionale e socio/ambientale, al fine di promuovere la positività e il potere terapeutico ed evolutivo dell’Amore. Da più di vent’ anni è ciò che abbiamo cercato di fare attraverso seminari, convegni, conferenze e pubblicazioni. È per questo che sento il desiderio di definire nei dettagli cosa significa concretamente lavorare al positivo e promuovere la positività a livello fisico, emotivo, cognitivo, a livello di coscienza e di azione.

persona con universo dentro

La mente minore comprende meglio un concetto attraverso processi di comparazione, quindi ci sarà più facile comprendere la positività esplorando a fondo la negatività, il suo opposto.

Nella pratica clinica della metodologia R.C.T., che viene utilizzata nel nostro Centro di Salute Integrata ad Udine, abbiamo verificato che ciò che determina la buona qualità dei processi vitali, rigenerativi ed evolutivi del vivente, dalla monocellula in su è, in sintesi: NUTRIMENTO CORRETTO – EVACUAZIONE CORRETTA. Decondizionarsi, depurarsi, su tutti i piani da ciò che inquina, intossica, avvelena soma e psiche, e ricercare ciò che per ognuno rappresenta “cibo che nutre ed acqua che disseta veramente”, cioè ciò che ci fa realmente stare bene.

“Medicina significa aiutare la gente ad ottenere ciò che nella vita è buono.”

Bear Heart, Uomo Medicina Navajo

Il progetto integrativo sia in chiave terapeutica che educativa, si dedica a selezionare quei nutrienti, in chiave organica, psichica ed esistenziale che apportano salute, felicità, armonia e che ci allineano con i ritmi e le frequenze più sane e naturali per noi.

Anche in ambito psicologico, infatti, è importante depurarsi e decondizionarsi. Così come un corpo teso ed intossicato influenza gli umori e gli stati psichici, è anche vero che emozioni, pensieri e relazioni disfunzionali, possono essere tossici per l’anima e per il corpo, veri e propri VIRUS PSICHICI e vanno riconosciuti con precisione. Ma ancor di più è utile sapere come sviluppare positività.

Se sono in una stanza buia e sono stufo dell’oscurità e desidero la luce, non serve combattere il buio, odiarlo, temerlo, colpevolizzarsi a causa del buio. Così facendo resterei sempre avvolto dall’oscurità, ma carico di stati d’animo negativi.

“L’obiettivo del male è di farti scendere al suo livello anche solo per combatterlo.”

Kafka

Educati da una cultura maschilista e belligerante, abbiamo rinforzato anche nel mondo terapeutico l’idea che il male si sconfigge combattendo, lottando, essendo forti e determinati nell’eliminarlo, nel distruggerlo.

Molte procedure terapeutiche mediche e psicologiche attuali (dalla radio, alle chemioterapie fino ad arrivare agli psicofarmaci), sono basate sul principio di “dare contro” alla negatività. Ma il Signore Gesù Cristo ci ricordava di amare perfino il nostro nemico e che spesso la forza dell’amore è molto più potente e taumaturgica di quella dell’odio, del conflitto e della paura.

Nel prossimo articolo definiremo in maniera semplice e sintetica cosa significa negatività e positività sui vari piani.

Lavoro sulla positività – parte 2
Lavoro sulla positività – parte 3

Articoli Collegati

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo!
FacebookTwitterGoogle+

5 passi per diventare l'unico artefice della tua vita




Gianluigi Giacconi
Team Aspeera

Sono uno psicologo abilitato, formatore a livello aziendale, sportivo e naturopata. Riconosco, nella mia vita, un filo rosso che mi ricollega alla respirazione nelle sue varie sfaccettature.

Commenta tu per primo!

Lascia un commento

Cancella tutti i campi