5 imperdibili consigli per mamme creative

mamma incinta con un disegno di un bambino sulla pancia

Creatività e supermamme

Una mamma, che sia anche moglie o compagna, che lavora e gestisce la casa, che segue i mille impegni a cui la nostra società ci sottopone quotidianamente è una donna creativa!

Quante di voi si sono trovate nella situazione di tornare a casa dopo una giornata in ufficio o una volta terminato comunque il proprio lavoro o gli impegni quotidiani e non avere la cena pronta? Cos’è quella cosa che ci spinge a non farci prendere dal panico, aprire il frigo, controllare la dispensa ed inventarsi una cena buona e nutriente?

E’ la creatività, il pensiero laterale, il nostro emisfero destro. Io personalmente guardo gli elementi che ho a disposizione e comincio una libera associazione, poi seleziono quelle più commestibili!

Quello che vorrei dirvi oggi, care mamme, nella settimana di aspeera dedicata alla creatività è che, come mi ha ben spiegato una collega che frequenta il terzo anno della scuola di counseling naturopatico integrativo, la creatività è insita naturalmente in ognuno di noi, ci fa risolvere molti problemi quotidiani e superare gli imprevisti che con un bambino possono capitare, se contattata nella giusta maniera.

E allora…. Rilassatevi e siate creative!

Non è semplice. Ci sono molte resistenze relative alla creatività, ad esempio che le cose vadano fatte seguendo sempre lo stesso schema o il libretto d’istruzioni o che gli imprevisti siano solo una perdita di tempo… e via dicendo! Ma nella quotidianità di una mamma ciò non è quasi mai possibile e a volte è anche controproducente, mentre è molto più utile allenare l’elasticità di pensiero e cercare soluzioni creative agli imprevisti o agli incidenti che possono capitare!

immagine con mamma impegnata e lavagna con cose da fare

Cercare la luce

Se mi trovo improvvisamente in una stanza buia, dice spesso il mio insegnante, è inutile che mi arrabbio con il buio. Non serve che me la prendo con chi ha spento la luce. Cerco la luce, o (aggiungo io in questo caso) cerco un modo per illuminare la stanza!

Quando siamo bambini, purtroppo, comincia il processo di soppressione della nostra innata capacità di creare, con tutti i divieti, gli stop, il blocco dell’azione.

Io ho ricominciato a contattare la mia creatività dedicando circa un’ora della mia giornata ad osservare mio figlio mentre gioca. Alla fine ho cominciato a giocare assieme a lui. I mattoncini lego non assumono mai la forma della costruzione indicata sulla scatola!

Mamme creative

Quando siamo creative piacciamo di più ai nostri figli! Ci permettiamo di contattare la nostra parte più intuitiva e ci avviciniamo a loro, stabilendo un canale di comunicazione unico, che creerà la base per un rapporto sereno e proficuo! Aldilà delle regole che dobbiamo seguire per forza o per causa maggiore cerchiamo dunque di relazionarci alla vita, con i nostri figli e con noi stesse nella maniera più creativa possibile! Il nostro cuore riprenderà a sorridere, come quando eravamo bambini, e la vita ci sembrerà più leggera!

disegno di mamma polpo impegnata

Creatività e… S.U.N

Questo è un tema che viene affrontato molto bene durante il seminario S.U.N 1. Viene visto quanto è importante riprendere contatto e riappacificarsi con il nostro bambino interiore, che spinge per potersi esprimere liberamente quando non è necessario essere razionali e logici.

Essendo delle mamme, quindi, quale occasione migliore che quella di osservare i nostri piccoli, lasciarli fare dandogli fiducia e poi seguirli nel gioco?

State a contatto con la natura assieme ai vostri figli, manipolate, giocate e create assieme a loro con materiali naturali e materiali creativi. Osservate le cose da diverse angolazioni e punti di vista. Allenatevi a mettervi spesso nei panni degli altri, ad esempio nei panni del vostro piccolo.

Concedetevi dei seminari di lavoro su voi stesse, per riprendere contatto con la vostra energia creativa bloccata e repressa.

Respirate e siate creative, la vita vi sorriderà!

Non mi resta che invitarvi alla conferenza “Il potere nel respiro. Scopri come ottenere salute prosperità e felicità” che si terrà l’8 luglio a Mestre, un’eccellente occasione per conoscere il Dott. Giacconi e il suo metodo di respirazione consapevole terapeutica per svegliare la coscienza e integrare corpo, emozioni e mente aprendoci alla positività.

Prenota qui la partecipazione alla conferenza dell’8 luglio a Mestre.

Scarica la GUIDA RAPIDA PER LA FELICITÀ

5 passi per diventare l’unico artefice della tua vita

Articoli Collegati

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo!
FacebookTwitterGoogle+

5 passi per diventare l'unico artefice della tua vita




Annarita Sarro
Annarita Sarro
Team Aspeera

Annarita Sarro, origini Calabresi, studente della scuola CNI del Dott. Giacconi a Udine, vive ad Assisi. Counselor professionista, pratica da 7 anni le tecniche RCT, Ha un bambino di 2 anni, chi meglio di lei può occuparsi della maternità per il blog di Aspeera?

Commenta tu per primo!

Lascia un commento

Cancella tutti i campi