35 sintomi di depressione giovanile a cui prestare attenzione

Ieri siamo ufficialmente entrati nella stagione estiva e mentre alcune persone sono già partite per le vacanze, molti giovani sono ancora alle prese con gli esami, chi di terza media, chi di maturità e chi dell’università.
Si pensa che la giovinezza sia un’età spensierata, allegra, priva di problemi, eppure non sempre è così. La vita diventa sempre più frenetica, complicata ed esigente anche per i giovani.

Per questo motivo ho deciso di aprire questa settimana dedicata all’estate con una lista di segnali che indicano la presenza di depressione giovanile. Leggili e osserva le persone che ti circondano, puoi usare questi punti come una guida che ti aiuta a mantenerti allerta monitorando te stesso e, se li hai, il comportamento dei tuoi figli.
Ricorda sempre che non importa quanto grande sia il problema, esiste sempre una soluzione.

sintomi di depressione giovanile

La lista che segue è stata creata da Filippo Galli, alunno del primo anno della Scuola di Counseling Naturopatico Integrativo, partendo da una personale esperienza di grave depressione giovanile, aiutato dal Dott. Giacconi, psicologo, naturopata e direttore didattico della stessa. Grazie all’unione delle conoscenze di entrambi, uno apportando l’esperienza personale, la forza e la determinazione e l’altro condividendo più di vent’anni di studio, ricerca e lavoro sia come terapeuta che come insegnante e una vita dedicata ad aiutare gli altri a superare i propri limiti e problemi, è nata questa lista che sono sicura ti sarà di grande utilità.

Leggila e condividila aiutandoci così a promuovere la positività, perché per risolvere qualsiasi problema prima è importante vederlo per quello che è.
ll Dott. Giacconi dice sempre che quando ti trovi in una stanza buia la cosa migliore che puoi fare è accendere la luce invece di rimanere lì a lamentarti dell’oscurità. Appunto per questo Aspeera ti regala la Guida rapida per la Felicità:

Scarica la GUIDA RAPIDA PER LA FELICITÀ

5 passi per diventare l’unico artefice della tua vita

 

 

DEPRESSIONE GIOVANILE – SEGNALI e SINTOMI

 

  • Estrema chiusura, tristezza perenne
  • Comunicazione con i genitori e con l’esterno praticamente assente
  • Insicurezza, difficoltà nel prendere decisioni
  • Episodi di autolesionismo
  • Calo evidente nell’ambito scolastico
  • Forte irritabilità
  • Stanchezza persistente e immotivata
  • Incapacità di divertirsi
  • Perdita di interesse anche nelle cose che lo appassionano da sempre
  • Problemi legati al sonno
  • Pensieri ricorrenti di morte
  • Difficoltà di concentrazione e nel ricordarsi le cose
  • Avere incubi che riguardano la morte
  • Bassissima autostima
  • Confusione mentale (difficoltà nel seguire i proprio pensieri)
  • Avere fobie (ad es. paura di andare a scuola)
  • Crisi di pianto senza motivo
  • Non curare l’aspetto fisico
  • Pensare al futuro in modo tragico, senza speranza
  • Passare tutte le giornate su internet cercando compagnia virtuale (chat)
  • Evitare di fare qualsiasi cosa per paura del giudizio
  • Vivere di notte e dormire di giorno
  • Parlare di suicidio (anche per scherzo)
  • Provare rabbia e rancore ingiustificati
  • Pessimismo
  • Irrigidimento muscolare
  • Sguardo spento/impaurito
  • Evitare il contatto fisico (abbracci, baci)
  • Tendenza ad abusare di alcol e droghe
  • Rifiuto del cibo
  • Ricerca del buio / rifiuto della luce
  • Passare molto tempo in camera al buio
  • Rifiuto di contatti sociali (anche con gli amici)
  • Sentirsi colpevoli per qualsiasi evento negativo che accade

sintomi di depressione giovanile

  • Come ti senti dopo questa lettura?
  • Pensi di riconoscere degli atteggiamenti in te o nelle persone che ti circondano?
  • Sei una persona timida e sensibile?

Effettivamente la timidezza può creare delle difficoltà nel relazionarsi con gli altri e la sensibilitâ ci rende più vulnerabili nel gestire le emozioni in ogni situazione. Ti consiglio però di non vedere queste caratteristiche come negative anzi di apprezzare la profondità che ti apportano nell’osservare la realtà che ti circonda.
Come ti dicevo la cosa più importante è identificare come ti senti e definire cosa ti sta succedendo.

Poi è bene capire se stai passando per un momento difficile però passeggero o se questa sensazione di tristezza e apatia permane da tempo. Nel primo caso ti consiglio di parlarne insieme e magari assistere a conferenze e a corsi che aiutano a gestire le proprie emozioni, nel secondo caso, invece,sarebbe opportuno chiedere il parere di un professionista.
Ricordati che dipende solo da te prendere la decisione di essere felice.

Non mi resta che invitarvi alla conferenza “Il potere nel respiro. Scopri come ottenere salute prosperità e felicità” che si terrà l’8 luglio a Mestre, un’eccellente occasione per conoscere il Dott. Giacconi e il suo metodo di respirazione consapevole terapeutica per svegliare la coscienza e integrare corpo, emozioni e mente aprendoci alla positività.

Scarica la GUIDA RAPIDA PER LA FELICITÀ

5 passi per diventare l’unico artefice della tua vita

 

Articoli Collegati

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo!
FacebookTwitterGoogle+

5 passi per diventare l'unico artefice della tua vita




Laura Longhino
Laura Longhino
Team Aspeera

Laura scopre il Dott. Giacconi per lavoro, ma scopre anche che lo conosceva già per vie traverse. Frequenta l'ISP e si innamora perdutamente del progetto Aspeera. Pratica Yoga da 10 anni ed è istruttrice da 5. Laura è solare e gioiosa e i suoi temi preferiti sono: Yoga, meditazione, minfulness, benessere e alimentazione

Commenta tu per primo!

Lascia un commento

Cancella tutti i campi