Vado a vivere da solo

uoo che oensa ad una casa

Sei pronto per cominciare la tua vita in maniera indipendente?
Sei single e vuoi uscire dalla casa dei tuoi genitori?
Vuoi uscire dal nido per cominciare a vivere da solo?
O hai deciso di cominciare a convivere con il tuo partner?

Qualsiasi sia la tua situazione, prendere la decisione di lasciare la casa dei genitori per intraprendere il proprio cammino è una scelta impegnativa che implica una buona dose di coraggio e anche uno stipendio in grado di coprire le spese per poter affrontare questo cambio di vita.

Scegliere la casa giusta, affittarla o magari costruirla o ristrutturarla e poi arredarla definendo ogni dettaglio con il partner o da soli come parte di un nuovo progetto di vita, stanca, ma allo stesso tempo ci riempie di entusiasmo. Significa organizzare il proprio spazio, decidere i colori che riempiranno le pareti, definire l’energia che colmerà la nostra casa, il nostro tempio, il nostro rifugio, dove vivremo da soli o con la persona che amiamo. Per questo motivo è importante crearlo come uno spazio caldo e accogliente.

disegno di una casa con le dita

Certo che il tempo passato nei negozi di arredamento o ancora prima le decisioni prese con architetti e imprese di costruzione, con cui è importante definire prezzi e fare un compromesso tra estetica e senso pratico rimanendo dentro il budget determinato, può essere causa di stress e preoccupazioni, ma il pensiero che state creando il vostro nido vi farà sentire meglio!

Ci sono momenti in cui ci prende lo sconforto perché il nostro budget non è sufficiente a coprire tutte le spese o perché gli imprevisti sono troppi e ci sono molte decisioni importanti da prendere a cui non eravamo preparati o ancora gli impegni di lavoro e di famiglia sommati alle corse in giro per uffici, banche e negozi ci sta saturando. La cosa migliore quando ci rendiamo conto che un momento così importante si sta trasformando in causa di stress, è respirare in maniera consapevole. Ci fermiamo e respiriamo profondamente, riempiendo bene i polmoni e poi lasciando uscire l’aria mentre li svuotiamo. Questo semplice gesto fatto con consapevolezza diventa un potente strumento che ci riporta al presente, svuotando la mente da pensieri, spesso autosabotanti, e aiutandoci a risvegliare la nostra intuizione.

coppia cheimmagina la casa

Per concludere vi propongo qualche consiglio pratico per la vostra nuova vita da soli, in coppia o insieme ad amici per condividere le spese!

Prima di tutto la pulizia e l’ordine

Per mantenere il vostro spazio pulito e ordinato vi consiglio molta disciplina ossia fare le cose quando si presentano evitando di rimandarle a più tardi. Quindi lavare subito i piatti dopo mangiato o lavare e stirare, o mettere le cose a posto dopo averle usate. È importante abituarsi all’ordine e a quei piccoli gesti quotidiani per non trovarsi alla fine sommersi dalle cose ed evitare così possibili scontri con chi divide la casa con noi.
Mantenete sempre aperto il dialogo cercando di definire le mansioni di ognuno fin da subito e soprattutto stabilendo dei turni, evitando i ruoli preposti a priori dalla società ma imparando a collaborare sempre!

Cucinare insieme

È bellissimo cucinare insieme e preparare deliziosi piatti da gustare magari in una cenetta romantica, questo se avete con chi farla!
Se viviamo da soli possiamo comunque disciplinarci e cucinare evitando di cadere nel circolo vizioso del pasto veloce da consumare magari di fronte alla TV o al computer o giocando con il cellulare. Ricordiamoci dell’importanza di una buona alimentazione e soprattutto della convenienza di fare una buona spesa pensando alla nostra salute e al rispetto verso l’ambiente.

Imparare ad organizzarsi e ad ottimizzare i consumi

È importante definire e contenere i consumi per non avere sorprese a fine mese e scoprire magari di non essere in grado di pagare le bollette!
Ovviamente in questo caso l’aver scelto la vita di coppia o di dividere la casa con dei coinquilini aiuta a compartecipare alle spese, in questo caso però è ìmportante definire chiaramente fin dall’inizio gli accordi per evitare malintesi.

donna dispeerata che pulisce

Per ultimo vi consiglio di stare attenti alle scadenze per evitare brutte sorprese e soprattutto occhio agli sprechi quindi spegnete le luci che non servono, chiudete il riscaldamento o l’aria condizionata prima di uscire, oltre alle bollette pensate anche al pianeta!

Concludo questo articolo ricordandovi anche l’importanza di fare un paio di chiavi in più da lasciare ai genitori e agli amici più cari, non si sa mai quando vi potrebbero tornare utili!

Una maniera di raggiungere maggiore consapevolezza è attraverso workshop che ci portino a un livello maggiore di comunicazione e di conoscenza di noi stessi e dell’altro.
Vi invito al prossimo Stage Biorigenerativo che si terrà il 24 Maggio, dove potrai condividere con il tuo partner nuovi modi di specchiarsi nell’anima dell’altro utilizzando le tecniche di respirazione consapevole terapeutica.

Buona fortuna per i vostri nuovi progetti e godetevi ogni respiro!

Da burattino a burattinaio

Vieni a scoprire chi vuoi essere veramente

Articoli Collegati

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo!
FacebookTwitterGoogle+

5 passi per diventare l'unico artefice della tua vita




Laura Longhino
Laura Longhino
Team Aspeera

Laura scopre il Dott. Giacconi per lavoro, ma scopre anche che lo conosceva già per vie traverse. Frequenta l'ISP e si innamora perdutamente del progetto Aspeera. Pratica Yoga da 10 anni ed è istruttrice da 5. Laura è solare e gioiosa e i suoi temi preferiti sono: Yoga, meditazione, minfulness, benessere e alimentazione

Commenta tu per primo!

Lascia un commento

Cancella tutti i campi