Nella vita di mamma, tutto può succedere

bambino sorridente

E si, care mamme, lo sappiamo bene: prima di mettere al mondo un figlio qualcuno dovrebbe spiegarci che sarebbe bene imparare ad allenare la nostra flessibilità ed elasticità interiore e il nostro pensiero positivo.

Questa per Aspeera è la settimana in cui si affronta il tema del “tutto può succedere nella vita” purchè lo vogliamo, aggiungo io, e lo vogliamo nella maniera giusta! L’applicazione della legge di attrazione implica prima di tutto una grande fiducia in se stessi e nella vita, ma anche una grande disponibilità al cambiamento.

Quando siamo in grado di porre le giuste domande, nella giusta maniera, l’universo ci risponde, lo spiegano bene Esther e Jerry Hicks nel loro libro “La legge dell’attrazione”. Se non ci arrivano le risposte che volevamo è meglio andare a rivedere qual è il nostro stato d’animo, quali sono le nostre emozioni di sottofondo ed i nostri pensieri, perché essi agiscono più delle parole!

I figli ci fanno da specchio

I figli funzionano un po’ come l’universo, riflettono esattamente ciò che reprimiamo e ciò in cui crediamo! Questa è, a mio avviso, una regola che se compresa fino in fondo può risolvere la maggior parte dei problemi nella relazione e nella comunicazione con i propri figli!

Vorresti tanto che la gita fuori porta o il week end, il pomeriggio al parco o l’inserimento all’asilo fossero perfetti così come li hai programmati e sognati, ma puntualmente ti arriva l’imprevisto e l’imprevedibile?

Vorresti tornare al lavoro in maniera serena con tuo figlio che ti sorrida e ti dica “vai mamma, io sto bene” ma puntualmente si verificano scene strazianti da parte sua? Desidereresti il meglio per lei/lui, per la relazione con il suo papà, per il suo benessere psico fisico ed emotivo, per la sua crescita e per il suo sviluppo ma gli eventi, le malattie, la sua instabilità continua e le lotte quotidiane ti rendono sempre più stanca e sfiduciata?

Bene, vai a vedere quali sono le tue ansie, le tue resistenze, le tue credenze e il tuo dialogo interiore, perché è molto probabile che tuo figlio e gli eventi relativi alla sua vita ti stiano mostrando che in fondo non credi di essere una buona madre!

Tuo figlio o tua figlia e la relazione con lui/lei ti mostrano esattamente quello che tu non riesci a sentire di te, e cioè che, attraverso la tua interiorità, le tue credenze, le tue emozioni represse, la tua struttura nevrotica stai remando contro i tuoi sogni e il tuo desiderio di costruire una relazione felice ed appagante con lui, e che cresca sano e forte!

È molto semplice: si verifica esattamente ciò in cui credi. Rendersene conto però non è così semplice.

C’è bisogno innanzitutto che ti poni delle domande e che ti fermi a riflettere. Guarda tuo figlio negli occhi, guarda la tua vita e la relazione che hai con lui. Molto probabilmente ci vedrai riflesse le tue credenze, la tua sfiducia di cui ora non ti rendi conto, le emozioni che reprimi e di cui lui si fa carico! Ciò in cui credi e ciò che reprimi per paura si realizzano, è matematico!

bambino che piange

Fermatevi a respirare

Il mio consiglio per oggi, care mamme che seguite il nostro blog, è che vi fermiate per un attimo a riprendere fiato. Facendo l’esercizio del respiro ad onda delle tecniche R.C.T. che trovate nel nostro sito per 10 minuti al giorno già riuscirete ad avere una visione più chiara di voi stesse, ad ascoltarvi e a prendere coscienza del vostro dialogo interno. E’ un piccolo passo che vi consentirà di tornare a casa, nel vostro corpo, a contatto con le vostre emozioni ed i vostri pensieri.

Al seminar I.S.P. viene visto molto bene qual è la forza delle nostre credenze e quanto sia potente il lavoro con le affermazioni, una volta che abbiamo risolto ed integrato le nostre emozioni represse.

Durante il Seminario di automotivazione e di comunicazione per Uomini Nuovi S.U.N. si lavora per costruire la propria mission e la vita che vogliamo!

Mamme non è detto che dobbiamo vivere in balia degli eventi, magari deluse dalla relazione che abbiamo con i nostri figli e con noi stesse, senza la possibilità di vivere il nostro ruolo così come lo abbiamo sempre sognato! Se decidete di voler cambiare non esitate ad iscrivervi ai nostri prossimi eventi o a volerci contattare per iniziare un percorso personale.

Non mi resta che invitarvi a partecipare al prossimo evento del Dott. Giacconi, l’8 luglio a Mestre, dal titolo: “Il potere nel respiro”. Iscriviti all’evento e condividilo con i tuoi amici e aiutaci a far conoscere il metodo di respirazione consapevole terapeutica sempre a più persone.

 

Vivere la vita in maniera consapevole e positiva dipende solo da te!

Buona respirazione.

Da burattino a burattinaio

Vieni a scoprire chi vuoi essere veramente

Articoli Collegati

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo!
FacebookTwitterGoogle+

5 passi per diventare l'unico artefice della tua vita




Annarita Sarro
Annarita Sarro
Team Aspeera

Annarita Sarro, origini Calabresi, studente della scuola CNI del Dott. Giacconi a Udine, vive ad Assisi. Counselor professionista, pratica da 7 anni le tecniche RCT, Ha un bambino di 2 anni, chi meglio di lei può occuparsi della maternità per il blog di Aspeera?

Commenta tu per primo!

Lascia un commento

Cancella tutti i campi