Expo: un domani ecosostenibile da respirare

un mondo ecosostenibile

Alimentazione ed ambiente: questi saranno i due temi che contraddistingueranno questa Expo di scena a Milano. La nostra società non può esimersi dal pianificare un sistema produttivo in grado di trasformare le risorse di cui necessitiamo in prodotti e servizi, ma si può discutere di quali debbano essere i criteri per farlo.

Quello di un mondo ecosostenibile è un concetto che timidamente si è fatto strada negli ultimi 40 anni, diventando sempre più un perno di una società non più basata sul proprio presente, ma anche sul proprio futuro.
E in che cosa questo agognato futuro potrà dirsi ecosostenibile?
Attraverso un sistema che sia in grado di porsi dei limiti, e di evolversi da essi:

  • il peso della presenza umana non può superare il carico che i sistemi naturali possono sopportare, sia esso in quantità di presenze che in richiesta di risorse per soddisfarle.
  • le risorse da utilizzare devono essere rinnovabili, ma il loro consumo deve anche rispettare la loro velocità di rigenerazione.
  • se si prelevano risorse naturali non rinnovabili, vanno compensate con altre equivalenti rinnovabili.
  • l’inquinamento non deve superare le capacità di assorbimento del Pianeta.

Tutto questo per garantire 3 diversi elementi di sostenibilità:

  • economica: cioè in grado di produrre reddito e lavoro per la popolazione.
  • sociale: in grado di generare benessere ma soprattutto di distribuirlo equamente alla popolazione.
  • ambientale: in grado di garantire la qualità e la rinnovabilità delle fonti energetiche.

un mondo ecosostenibile

Insomma, non è difficile comprendere che quello che ricerca un futuro ecosostenibile è un equilibrio.
Un equilibrio tra le esigenze del genere umano e quelle del nostro pianeta.

Un equilibrio tra noi tutti all’interno del genere umano, in cui tutti abbiano accesso a risorse e benessere.
Un equilibrio tra noi e i noi di domani, verso i quali abbiamo una responsabilità di consegnare un pianeta in eredità al meglio delle nostre capacità.

Un equilibrio che ci contraddistingue anche come individui, alla ricerca di quel processo di nutrimento/necessità e depurazione/rispetto ambientale che applichiamo attraverso la respirazione consapevole terapeutica. Perché un futuro basato su equità, rispetto e consapevolezza migliorerà il pianeta e anche l’aria che respiriamo alimentandoci con ossigeno ed energia ad ogni respiro.

Aspeera ti invita a frequentare e condividere il seminario esperienziale

Da burattino a burattinaio

Vieni a scoprire chi vuoi essere veramente

Articoli Collegati

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo!
FacebookTwitterGoogle+

5 passi per diventare l'unico artefice della tua vita




Team Aspeera
Team Aspeera
Team Aspeera

Commenta tu per primo!

Lascia un commento

Cancella tutti i campi